In Pensione con quota 100

  
  
Pensione quota 100

Pensione quota 100

  
  

Con la famosa quota 100 torna per almeno 3 anni, fino al 2021 la possibilità di uscire anticipatamente dal mondo del lavoro.
La riforma Fornero del 2011 aveva cancellato quasi tutte le possibilità di andare in pensione in maniera anticipata, il decreto legge su pensioni e reddito di cittadinanza introduce in maniera sperimentale per almeno 3 anni la possibilità di andare prima in pensione.

Requisiti
Bisognerà essere in possesso di almeno 62 anni di età e 38 anni di contribuzione.

Il decreto legge 4/2019, in vigore dal 29 Gennaio 2019 prevede anche altri due strumenti per il pensionamento anticipato:

  • Proroga di un anno dell’anticipo pensionistico (APE) sociale
  • Opzione donna per le lavoratrici dipendenti con 58 anni (59 se lavoratrici autonome) che abbiano almeno 35 anni di contribuzione al 31 dicembre 2018 di uscire con un assegno ricalcolato con il metodo contributivo.

In passato il Governo Prodi aveva messo in piedi una quota 95 per superare lo “scalone Maroni”

La quota 100 è agganciata ad un sistema di finestre mobili per le uscite (la prima finestra sarà il 1°Aprile 2019) è sarà utilizzabile fino a tutto il 2021.

  
  
  

Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *