Calcolo della Pensione INPS con il Sistema Retributivo

  
  
Calcolo della Pensione INPS con il Sistema Retributivo

Calcolo della Pensione INPS con il Sistema Retributivo

  
  

Il metodo di calcolo retributivo si utilizza per calcolare l’importo della pensione di vecchiaia nel momento in cui si raggiungono i requisiti previsti dalla legge italiana.

Il metodo di calcolo retributivo si applica ai lavoratori che hanno maturato almeno 18 anni di versamenti contributivi al 31 dicembre 1995. Per questa categoria di lavoratori il metodo retributivo viene utilizzato per un arco di tempo che finisce al 31 dicembre 2011. Per gli anni di lavoro dopo il 31 dicembre 2011 per questi lavoratori si applica il sistema contributivo per il calcolo della pensione.

Il metodo di calcolo retributivo

La pensione è rapportata alla media delle retribuzioni degli ultimi anni lavorativi.
Per il lavoratori autonomi si prendono in considerazione i redditi degli ultimi anni.
In entrambi i casi solo tenendo in considerazione i contributi versati alla data del 31 dicembre 2011.

L’importo della pensione calcolata con il sistema retributivo si compone di due quote.

La Quota A si calcola prendendo il periodo lavorativo che parte dall’anno nel quale si sono versati i primi contributi fino al 31 dicembre 1992 . Nell’arco temporale descritto precedentemente si calcola la media delle retribuzioni degli ultimi 5 anni o delle ultimi 260 settimane di contribuzione per i lavoratori dipendenti e dei 10 anni, o le ultime 520 settimane per i lavoratori autonomi.

La Quota B si calcola considerando il periodo temporale che parte dal 1° gennaio 1993 fino alla data di decorrenza della pensione. In questo periodo si considera la media delle retribuzioni degli ultimi 10 anni (ultime 520 settimane) di attività lavorativa dipendente o degli ultimi 15 anni (ultime 780 settimane) da lavoro autonomo

Simulazione del calcolo della pensione con il sistema retributivo

Lavoratore dipendente

Supponiamo che il lavoratore vada in pensione nell’anno n. Nelle sue ultime 260 settimane di lavoro ha avuto una retribuzione complessiva (rc) di 140.000 euro. La rivalutazione su base istat sull’importo di 140.000 risulta di 4000 (riv)
Potete calcolare la rivalutazione reale mettendo esattamente gli anni:

  

Quindi la retribuzione media mensile si calcolerà dividendo la somma ottenuta per le 260 settimane:

Retribuzione media mensile (RMS) = (rc + riv)/260

Per ottenere la quota A bisognerà moltiplicare RMS per il numero delle settimane fatte valere tra il momento del primo contributo versato e il 1° Gennaio 1993(periodo). Il risultato dovrà essere moltiplicato per l’ aliquota della percentuale di rendimento (perc). Si ottiene quindi:
QuotaA = RMS * periodo * perc

La quota b si calcola come la quota A tenendo in considerazione 520 settimane.
L’ammontare della pensione sarà quindi:

Pensione = QuotaA + QuotaB

Per avere un’idea della vostra pensione potete scaricare il programma per la simulazione del calcolo della pensione con il sistema retributivo. Il programma è un foglio excel che da un idea dell’ammontare della propria pensione.

Programma per il calcolo della pensione con il sistema retributivo

Programma per il calcolo della pensione con il sistema retributivo

  
  
  

Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *